Privato - TRUST e NEGOZI FIDUCIARI - Per privati

Come separare beni del patrimonio e vincolarli per determinati interessi

Consulenza legale OnLine

L’avv. Emiliano  Pirrone è competente, tra l'altro, in materia di negozi fiduciari e, più in generale, di atti di segregazione del patrimonio da parte di soggetti privati e famiglie; è collaboratore alle cattedre di Diritto Privato e Diritto Civile dell’Università del Piemonte Orientale.

Prenotando una consulenza con l'avv. Pirrone  sarà possibile richiedere un parere orale o scritto, personalizzato, per affrontare, in concreto, la questione di proprio interesse, conoscere i propri diritti e le proprie obbligazioni in materia, comprendere le possibilità di azione preventiva e precauzionale, per la miglior serenità della propria famiglia e dei propri beni personali.

 

A partire da € 390 ( * maggiori informazioni )

Emiliano Pirrone

Emiliano Pirrone

Iscritto all'Ordine degli Avvocati di Milano dal 2017, ha proprio Studio Legale in Milano; è collaboratore alle cattedre di Diritto Privato e Diritto Civile dell’Università del Piemonte Orientale; in JusticeLaw OnLine eroga servizi in materia di: successioni ereditarie, donazioni, negozi fiduciari, intestazioni fiduciarie, atti di segregazione del patrimonio, trust, a favore di privati ed imprese.

Come genitori volete proteggere il patrimonio familiare per garantirne la destinazione ai bisogni dei vostri figli? Avete considerato l'opportunità di sottrarre i beni vincolati all'azione esecutiva per debiti non contratti in attuazione dello scopo?

Volendo, con le opportune cautele, affidandovi ad un avvocato competente in materia, è possibile farlo.

Vediamo, sinteticamente, quale è la normativa di riferimento e come è possibile farvi ricorso. 

L'art. 2740 del codice civile disciplina la responsabilità patrimoniale del debitore, disponendo che il debitore risponde dell'adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri (c.d. garanzia generica per il creditore).

Tuttavia, tale principio trova una deroga nel secondo comma del medesimo articolo, il quale ammette limitazioni alla suddetta responsabilità unicamente in ipotesi tipiche individuate dal legislatore.

In tali casi il soggetto, all'interno del proprio patrimonio, separa taluni beni da altri in ragione della destinazione che viene loro impressa, dando vita a patrimoni separati o destinati, di cui egli è pur sempre titolare.

In tal modo, egli risponde con detti beni solo per le obbligazioni contratte in ragione di quella destinazione, con esclusione delle altre. Pertanto, i creditori del soggetto si distingueranno in categorie, con riferimento ai singoli patrimoni destinati o a quello non destinato.  

 

Il Servizio comprende una disamina generale della disciplina afferente la possibilità per il privato di costituire patrimoni destinati quali il trust, l'atto di destinazione e il fondo patrimoniale.

Il presente servizio non comprende:

-la rappresentanza in giudizio; - la disamina di documentazione specifica; - l'eventuale redazione di un atto di separazione patrimoniale: all'esito della consulenza l'utente interessato potrà richiedere un preventivo che verrà messo a disposizione dell'utente mediante area riservata; la disamina della documentazione e la redazione di un atto potranno essere richiesti ed acquisiti dall'utente comodamente on line.  

Questa consulenza può avvenire, a scelta dell'utente (che precisa la propria preferenza al momento della prenotazione), in due differenti modi.

- In forma orale: in questo caso l'utente si incontra, tramite videochat o telefonata diretta, con l'avv. Pirrone, per la durata di 1 ora; l'incontro con l'avvocato è preceduto dalla disamina, a cura dell'avv. Pirrone, delle richieste che l’utente abbia formulato al momento della prenotazione; l'avvocato, durante l'incontro, espone il proprio parere e fornisce i chiarimenti concreti.

-In forma scritta: in questo caso l'utente riceve, via area riservata, il parere scritto sulle richieste che l'utente abbia formulato al momento della prenotazione; l'avv. Pirrone si rende, inoltre, successivamente disponibile ad un breve chiarimento (della durata di 20 minuti) a favore l'utente in merito al parere scritto reso, proponendogli di incontrarlo via chat o telefono. 

Il presente servizio viene reso dall’avvocato avendo come parametri normativi di riferimento gli articoli 167 e ss., 2645-ter del codice civile, la Legge n. 364/1989 di ratifica della Convenzione dell'Aja del 1° luglio 1985.